Posts Tagged ‘sogno’

della diversità

09/07/2019

.

 

Due persone guardano fuori a traverso le stesse sbarre:

l’una vede il fango, e l’altra le stelle.

W. LANGBRIDGE, A Cluster of Quiet Thoughts
Annunci

della Religione

25/02/2019

.

.

Il nostro sogno si scontra contro il grande mistero come una vespa contro il vetro di una finestra. Meno generoso dell’uomo, Dio non apre mai la finestra.

Jules Renard

domande senza risposta

29/01/2019

.

Chi sei? Donde vieni? Che fai? Che diventerai?

Sono domande che si dovrebbero fare a ogni essere dell’universo, ma alle quali nessuno sa rispondere.

Denis Diderot

dalla Spagna: Juan Ramon Jimenez

22/02/2018

Universo

Il tuo corpo: gelosia del cielo.
La mia anima: gelosia del mare.
Altro cielo pensa la mia anima.
Altro mare sogna il tuo corpo.


									

dall’Iran: Abbad Kiarostami

02/02/2016


La poetica di Kiarostami è stata definita, talvolta, “delle piccole cose”. Piccole perle orientali che sposano appieno il mio intendere la poesia, tutta la poesia, da me definita più volte “racconti in pillole”.

Kiarostami, regista, fotografo, poeta, vincitore della Palma d’oro a Cannes, del Gran premio della giuria alla Mostra d’Arte di Venezia, etc., mostra uno straordinario talento nel creare istanti di grande suggestione.

Porto all’attenzione di tutti gli amici lettori quelli che definisco tre piccoli gioielli, tratti dalla raccolta “Un lupo in agguato”.

.

Kiarostami

Nel deserto della mia solitudine

sono cresciuti

migliaia di alberi solitari.

———–

Dalla mia lingua è uscito

ciò che non bisognava dire,

i miei piedi si sono spinti

dove non bisognava andare.

———–

Mi appare in sogno 

un amico come fosse un nemico

e la mia giornata

si fa nera.

———–

.

alberi

dell’uomo, della decadenza e del progresso

02/02/2011

Quanto è difficile quando tutto decade

non decadere anche noi!

Antonio Machado


L’uomo ragionevole si adatta al mondo;

l’uomo irragionevole insiste nel cercare di adattare il mondo a sé

Quindi tutto il progresso dipende dall’uomo irragionevole.

George  Bernard Shaw