Posts Tagged ‘lombardia’

Un po’ per gioco e un po’ per non morir …

15/10/2012

Buon pomeriggio a tutti,    dai e dei fattacci d’Italia e della mia Lombardia in particolare, ancora non mi sono ripreso del tutto. Peraltro ho nuovamente sperimentato il sorriso, seppur di disprezzo, ma sempre di sorriso si parla.

Vedrò, allora, di far sorridere un poco anche Voi. Col tipo di sorriso che vorrete, naturalmente.

Per farlo Vi propongo la copertina di un volumetto acquistato dal mio edicolante ieri, domenica ed al momento solo sfogliato, pubblicato da “il Fatto Quotidiano”.

.

.

Non mi sembra male.  Ciò che è male è la gente come Lui, il Celeste, forse non collusa, ma certamente maneggiona. Troppo. Gente incapace nella scelta dei collaboratori, nel doveroso esercizio del controllo, nel restare vicino alle esigenze dei propri elettori, nell’operare secondo ciò che va fatto e non seguendo gli umori della piazza o, ancor peggio, i risultati di ricerche demoscopiche spesso incoerenti con la realtà dei fatti.

Che Dio ci salvi da questa gente. Che Dio ci aiuti a salvare l’Italia.

A presto.

.

..banzai43

Annunci

della politica, del dolore, dell’onesto cittadino che guarda e non capisce

12/10/2012

.

Amici miei carissimi,

    è ormai qualche giorno che non m’affaccio a questa finestra … sulla sporcizia!

Mi ero ripromesso di preparare una sintesi del malaffare più recente, ma il tentativo è fallito. Ora ne annotavo uno, e due emergevano. Per farla breve la progressività del fango è geometrica. Ergo, per il momento sto in silenzio mentre, con enorme disappunto seguo le vicende della mia regione, la Lombardia ove il Presidente (perché chiamarlo Governatore, poi …), il ciellino Formigoni, quand’anche fosse mondo da ogni colpa reale, certo avrebbe la colpa sostanziale di non aver saputo effettuare le scelte assessorili e dirigenziali.Troppi, infatti, gli indagati.  Troppi gli “amici” dubbi.

Non di azzeramento avrebbe dovuto parlare, ma di dimissioni e ritorno alle elezioni. Meglio sarebbe stato, sul piano etico. Nessuno gli avrebbe potuto, poi, vietare di ricandidarsi in modo da “misurarsi con la piazza, fors’anche la Sua piazza ed essere, forse, rieletto.

Ma anche Formigoni ha dimostrato di non essere uno statista, di non poter aspirare a governare l’Italia. Tutto sommato si è rivelato per ciò che spesso appare: un piccolo e verboso politico, attaccato alla poltrona, caratterizzato dalle giacche e dalle camice ricche di colore. Assai poco, direi.

Tornerò in argomento economico-politico quanto sarò di grado di dire qualche cosa di serio. Ora, se aprissi bocca, vi ammorberei tutti con un tanfo da cloaca.

A Voi tutti la mia stima e la mia amicizia. Buona serata e Buon fine settimana.

Che Dio salvi l’Italia. Da soli è dubbio che vi si riesca.

banzai43
PS – Il colore utilizzato è il viola, ossia quello del dolore.

.