Posts Tagged ‘fiori’

dal Portogallo: Fernando Pessoa

12/02/2020

CONSIGLIO

Cingi di grandi muri chi ti sogni.

Quindi, dove è visibile il giardino

attraverso il portone dalla grata cortese,

poni tutti i fiori più allegri,

perché ti conoscano soltanto così.

Ove nessuno lo vede non porre più nulla.

Traccia aiuole come quelle degli altri,

dove gli sguardi possano intravedere

il tuo giardino come glielo mostri.

Ma dove è tuo, e mai nessuno lo vede,

lascia crescere i fiori che spuntano da terra

e lascia crescere i fiori che spuntano da terra

e lascia sorgere le erbe naturalmente.

Fa di te un doppio essere custodito;

e che nessuno, che veda e fissi, possa

conoscere più di un giardino cui tu sei:

un giardino ostensivo e riservato,

dietro il quale il fiore spontaneo carezza

l’erba sì povera che neppure tu la vedi…

(Fernando Pessoa)

dal Brasile: Murilo Mendes

30/03/2019

Cantico di Pedro Malazarte

.
Io sono lo sguardo che penetra negli strati del mondo,
vado sotto la pelle e scuoto i sogni.
Non disprezzo nulla che abbia visto,
tutte le cose si registrano per sempre nella mia testa.
Tocco i fiori, le anime, i suoni, i movimenti,
scoperchio le case sulle grandi altezze della terra,
strappo i profumi dai corpi delle ragazzine che sognano.
Trasferisco le coscienze,
la strada si rompe sotto i miei passi,
e vado nei quattro angoli della vita.
Consolo l’eroe vagabondo, glorioso il soldato vinto,
non posso amare nessuno perché sono l’amore,
mi sono sorpreso nel congratularmi con i gatti
e nel chiedere scusa al mendicante.
Sono lo spirito che assiste la Creazione
e che scuote tutte le anime che incontra.
Complesso, disarticolato, lontano come il diavolo.
Nulla mi trattiene sui cammini del mondo.

 

 

dalla Russia: Vladimir Sergeevic Soloviev

17/03/2019

Mia cara, non credo

.

Mia cara, non credo affatto alle tue parole,
né ai tuoi sentimenti, né ai tuoi occhi credo
e neppure a me stesso; credo soltanto
alle stelle che splendono in alto.
Fiume latteo, mi inondano
quelle stelle di sogni veritieri,
e in un deserto senza confini
allevano per me fiori non terreni.
E tra quei fiori, in quella eterna estate,
di quell’argento stellare madida,
come bella tu sei e come puro, libero,
in quella chiarità siderale è l’amore.

dal Cile: Gabriela Mistral

26/02/2019

.Dammi la mano

Dammi la mano e danzeremo
dammi la mano e mi amerai
come un solo fior saremo
come un solo fiore e niente più.
 
Lo stesso verso canteremo
con lo stesso passo ballerai.
Come una spiga onduleremo
come una spiga e niente più.
 
Ti chiami Rosa ed io Speranza
però il tuo nome dimenticherai
perché saremo una danza
sulla collina e niente più.

 

 

 

(Cile: Vicuna 7.4.1889 – USA: Hempstead10.1.1957)

…....Nobel per la Letteratura 1945

 

Pasqua 2015

03/04/2015

fiori

 

Buona Pasqua 

a Voi tutti

alle Vostre famiglie

e ai Vostri amici.

a_caneinviaggio

banzai43

uovapasquali