Posts Tagged ‘desiderio’

Mondo nuovo

05/01/2017

.

Serrate le finestre

scese le tapparelle

chiuso il gas, le luci spente.

Quattro mandate

all’uscio blindato.

                E’ silenzio.

Uno ad uno i gradini

varco il portone.

               E’ primo mattino.

Ho chiuso un Mondo.

Mi apro al Mondo nuovo.

 

(Milano 31.12.2016)

.

viaggiando-2

di Pindaro e della concezione dell’esistenza

19/10/2016

pindaro

Se il nostro destino è comunque morire, che senso ha aspirare solo a smaltire nell’ombra una vecchiaia anonima, senza un po’ di splendore?

Pindaro
Cinocefale (presso Tebe) 518 a.C – Argo 438 a.C.

dall’Italia: Gabriele d’Annunzio

13/10/2016

Il Cavaliere della Morte

In un’antica stampa de ‘l Durero

va contro maghi e draghi a la battaglia

tutto chiuso ne l’arme un Cavaliero

su ‘l gran cavallo coperto di scaglia:

a ‘ l fianco l’accompagna  da scudiero

la Morte senza piastra e senza maglia,

dietro la segue da valletto il nero

Peccato; e fosca innanzi è la boscaglia.

Io così, nuovamente a la conquista

de l’Arte e de l’Amor, salgo la vita;

ma il mio bieco scudier non mi rattrista,

ma il valletto ridendo alto m’incita

ed incanto non v’ha che mi resista,

poi che già in groppa, o Bella, io t’ho rapita.

.

il-cavaliere-la-morte-il-diavolo

 

dalla Grecia: Saffo (trad. di S. Quasimodo)

05/01/2016

….TRAMONTATA E’ LA LUNA

Tramontata è la luna

e le Pleiadi a mezzo della notte;

anche giovinezza già dilegua,

e ora nel mio letto resto sola.

Scuote l’anima mia Eros,

come vento sul monte

che irrompe entro le querce;

e scioglie le membra e le agita,

dolce amara indomabile belva.

Ma a me non ape, non miele;

e soffro e desidero.

.

luna e nuvole

dall’Argentina: Mempo Giardinelli

04/01/2016

spiaggiabiancaQuando non trovo l’amore,

quando lo cerco e mi sfugge,

quando lo prendo e lo lascio andare,

il mio cuore è un paese vuoto, terra rasa.

E’ una pagina bianca, zero assoluto,

irrefutabile nulla.

dal Brasile: Murilo Mendes

03/02/2015

La donna visibile 

Qualcosa di enigmatico e indeciso 
Per anni è esistito fra noi, 
Una prim’alba d’amore, una vita senza confini. 

Amavi Vermeer di Delft, i gatti e le mazurche. 
Hai sempre aspettato la dolcezza, 

Ma a raffiche è venuta la violenza 
Son venuti il panico e la febbre. 

Murilo MendesNon t’ho potuto vedere malata né morta: 
Ho ricevuto l’oscura notizia 
Quando già cominciavano a crescere le rose 
Sulla tua stretta sepoltura. 

Oggi esisti per me 
Di una vita più forte, in rigoglio, 
Di quella vita che nessuno può strappare 
– Né il tempo, né lo spessore, né gli angeli malvagi 
Che hanno torturato la tua arida infanzia. 

Oggi vivi in me 
Con la dolcezza che hai sempre desiderato: 
Raggiungi infine la tua visibilità. 

del pessimismo filosofico

12/12/2014

E’ desiderio dell’uomo, desiderio folle  forse, di poter tornare ad essere fisicamente, individualmente. Desiderio inappagabile, inappagato. A tale desiderio riferendosi, Omar Khayyam scrisse:

foresta-in-fiore

.

Oh fosse a noi dato trovare infine un asilo di pace!

Oh, questo lungo andare, avesse, in fondo una Mèta!

Oh fosse, dopo cento e mill’anni, dal cuore della terra

Oh fosse a noi data speranza di sorgere a nuovo com’erba!

 

Gocce tremolanti

19/01/2014

Gocce tremolanti

Del giovanile turgor

solo il ricordo:

Manara2del suo seno

il profumo:

desiderio.

 

Morbide labbra,

occhi incandescenti.

di velluto le mani

alla carezza.

 

Schegge di rimembranze,

sintesi di passato

fatto gocce

tremolanti alla luce

che le asciuga.

     banzai43

(disegno di Manara)

dalla Bulgaria: Blaga Dimitrova

02/01/2014

………...SENZA AMORE

Da questo momento vivrò senza amore.
Libera dal telefono e dal caso.
Blaga DimitrovaNon soffrirò. Non avrò dolore né desiderio.
Sarò vento imbrigliato, ruscello di ghiaccio.

Non pallida per la notte insonne –
ma non più ardente il mio volto.
Non immersa in abissi di dolore –
ma non più verso il cielo in volo.
Non più cattiverie – ma nemmeno
gesti di apertura infinita.
Non più tenebre negli occhi, ma lontano
per me non s’aprirà l’ orizzonte intero.

Non aspetterò più, sfinita, la sera –
ma l’alba non sorgerà per me.
Non mi inchioderà, gelida, una parola –
ma il fuoco lento non mi arderà.
Non piangerò sulla crudele spalla –
ma non riderò più a cuore aperto.
Non morrò solo per uno sguardo –
ma non vivrò realmente mai più.

Blaga Dimitrova