Archive for the ‘Pensiero del giorno’ Category

Attrezzo politico: la parola

21/02/2018

“Le sciocchezze che si fanno, possono essere, talvolta, rimediate; quelle che si dicono sono irrimediabili.”

A. BERTHET

“Badate al senso e le parole andranno a posto per conto proprio”

L. CARROLL

“I chiacchieroni sono i più discreti di tutti gli uomini: parlano, parlano, e non dicono niente”.

D'HOUDETOT

“Restringiti nel discorso e in poche parole dì molto, e sii simile a uno che sa, eppure tace.”

BIBBIA, Siracida

“Chi molto dice, pensa poco.”

C. DOSSI

 

Annunci

la politica e l’opinione di sé

17/02/2018

Alle prossime elezioni ed alle speranze, pensando, dell’italiche genti …

“Come l’individuo, così le nazioni non faranno mai nulla se non saranno piene di sé stesse, di amor proprio, ambizione, opinione di sé, confidenza in sé stesse.”

Giacomo Leopardi

della politica

14/02/2018

Di Quinto Ennio (239 a.C – 169 a.C), tarantino che ottenne l’ambìta cittadinanza romana ricordiamo …

“Chi vince non può dirsi vincitore se non lo ammette chi è vinto.”

“La lealtà e la fedeltà non contano più niente quando c’è di mezzo la lotta per il potere”

delle promesse, dei giuramenti e dell’amore (secondo Ovidio)

13/02/2018

Prometti sempre e molto: le promesse attirano le donne.

E di tutte le tue promesse chiama a testimoniare tutti gli dei che vuoi. Degli spergiuri pronunciati dagli amanti Giove ride dall’alto del cielo e li disperde facendoli volare via sulle ali del vento.

.
PUBLIO OVIDIO NASONE

cuor di pecora

12/02/2018

Anche coperta con pelle di lupo la pecora sempre pecora rimane.

banzai43

della morale

11/02/2018

..

“Colui che predica la morale limita di solito le sue funzioni a quelle d’un trombettiere di reggimento, che dopo aver sonata la carica e fatto molto rumore, si crede dispensato di pagar di persona”. 

.

.

Lemesle,  Misophilanthropopanutopies

della memoria

04/02/2018

“Dimenticare è il grande segreto delle esistenze forti e creatrici.”

Honoré de Balzac

“Mi ricordo anche di ciò che non vorrei ricordare; non posso dimenticare quello che vorrei dimenticare.”

Cicerone

Epitteto: … pensava ai politici ?

28/01/2018

“Quando, dopo aver deciso che è giusto fare una certa cosa, la fai, non farla di nascosto, anche se la gente dovesse pensarla in modo diverso da te. Se, infatti, pensi che non sia una cosa giusta, non farla del tutto; se, invece, pensi che sia giusta, perché dovresti temere i rimproveri altrui?”

Epitteto

.Nato verso il 50 d.C. a Ierapoli (Frigi),  schiavo a Roma poi affrancato dal padrone, Epafrodito, studiò filosofia stoica, insegnò in Roma.Nel 93, quando l’imperatore Domiziano decretò la cacciata del filosofi dall’Italia, riparò in Epiro a Nicopoli, dove fondò una scuola e ove morì intorno al 138.

del vero gentiluomo ( ? che sia il politico ?)

23/01/2018

.

Tzu-kung chiese chi fosse un vero gentiluomo. Il Maestro disse: “Colui che non predica quello che fa finché non ha fatto quello che predica”

Confucio

dell’Amicizia

21/01/2018

Publilio Siro (schiavo a Roma nel I° sec. a.C., poi affrancato, divenne autore teatrale e attore di mimi). Circa l’amicizia, di lui si ricordano queste parole.

.

Se tolleri i difetti di un amico senza correggerli, li fai tuoi.”

” Se hai un amico o solo uno che ne porta il nome, te lo chiarirà la sventura.”

.