Archivio per la categoria ‘Pensiero del giorno’

della stagione politica e dei partiti

15/04/2014
… alcuni pensieri da ” IL LIBRO DEI MILLE SAVI”

.

* Nessun governo può essere sicuro a lungo senza una formidabile opposizione.

DISRAELI

* Tutti i partiti politici muoiono strozzati dalle proprie menzogne.

…………………..JOHN ARBUTHNOT

* Credo che senza partiti il governo parlamentare sia impossibile.

…………………………………………………DISRAELI

* Un partito è la follia dei molti a profitto di pochi.

………………………………………………………………………………POPE

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 

Buona Pasqua a tutti

. pulcino

banzai43

Qualcosa di nuovo. Finalmente!

08/04/2014

 .  La finanza pubblica deve essere sana

.   Il debito pubblico deve essere ridotto

.   L’arroganza dell’amministrazione deve essere combattuta e controllata

.   La popolazione deve ancora imparare a lavorare invece di vivere di sussidi pubblici

   . L’aiuto ai Paesi stranieri deve essere diminuito per evitare il fallimento di Roma

cicerone

 .

….55 a.C (!!!)

...MARCO TULLIO CICERONE 

 

 

del bosco, della diseguaglianza e della mala politica

01/04/2014

iPhone Monchio 2012 162

Ci sono situazioni di diseguaglianza dove le cose che si alzano sopra le altre si notano perfettamente. 

Un albero, ad esempio, non attira l’attenzione in un bosco dove le piante hanno tutte la stessa altezza.

SENECA

del matrimonio (… o del pericolo)

27/03/2014

Il matrimonio è cosa disperata.

Zenone, Matrimonio

Le rane di Esopo erano straordinariamente sagge: miravano a un po’ d’acqua, ma non volevano saltare nel pozzo perché non ne potevano venir di nuovo fuori.

SELDEN, Table-Talk

dell’amicizia (una volta ancora)

22/03/2014

Si può essere preparati a tutto,

fuor che all’ingratitudine di un amico.

F. PANANTI, Avventure e osservazioni

…..amici

di loro, nessuno è contento

26/01/2014

Gufo

Se osservate coloro che non lodano mai, che biasimano tutti, che non sono mai contenti di niente, vedrete che sono proprio gli stessi di cui nessuno è contento.

LA BRUYERE, Les caractères

dell’amicizia da scansare

26/01/2014

alpcColui che dice male dell’amico assente, che non lo difende quando altri l’accusa, che cerca di far ridere gli uomini con le oscenità  e d’acquistar fama di uomo satirico, che sa inventare di sana pianta cose non mai viste e non sa mantenere un segreto, questo è un uomo cattivo e tu devi guardarti da lui.

ORAZIO,  Satire

Ed Eraclito affermò …

06/01/2014
Con oggi si concludono le festività iniziate con lo scorso Natale. Quale sarà il futuro per la gente comune? Difficile, molto difficile fare previsioni.  Affidiamoci, allora, alla filosofia attraverso le parole di Eraclito, forse il più interessante dei presocratici, che disse:
Eraclito

“Se uno non spera non potrà mai trovare l’insperabile, perché esso è difficile da trovare e impervio.”

 
A tutti gli amici l’augurio di buon futuro e di una tranquilla ripresa del lavoro.
..
a_caneinviaggio

 

 

banzai43

 

Ora. Il presente

05/01/2014

solePresente: quella parte dell’eternità

che separa

il regno della delusione

da quella della speranza.

……….Ambrose Bierce

Ieri: 8 marzo 2013

09/03/2013

Non amo le celebrazioni.

Così come non le ama la nostra amica Laurin che, con molta poesia,  lo ha scritto commentando il mio post precedente.

Ho quindi fastidio per la festa del papà, della mamma, dei nonni, della segretaria, del piccione alla finestra, del gatto in gattaia, del cane in cuccia …

mimosaMa la festa della donna è un’altra cosa. E’ il ricordo di un tragico evento, sia umanamente che sindacalmente parlando. Un evento dirompente, un indice femminile puntato contro il sopruso, contro la stupidità, contro la disuguaglianza. Può chiamarsi Festa una cosa del genere?

La festa della donna: madre, compagna, sorella, figlia, amica, non merita di essere confinata ad un solo giorno all’anno. Festa dovrebbe esserlo ogni giorno dell’anno, ogni momento. Non da festeggiare, ma da vivere nella “normalità”.

E festa sarebbe, sempre, se la “normalità” fosse rispetto, non violenza. 

La tragedia degli atti, ormai così frequentemente e tragicamente ricorrenti, 2013-02-24 09.04.31chiamati “femminicidio” non sono che la parte alta di un iceberg. Quante volte la stessa donna durante la propria vita, muore prima di essere uccisa dall’uomo al quale ha affidato la propria integrità, a cui ha risposto con amore alle attenzioni, ha regalato la propria passione, lo ha fatto padre, lo ha definitivamente completato e consacrato come padre?

Ecco perché amo la donna e non la Sua festa. La Sua festa è sempre! E gli uomini tutti dovrebbero ricordarlo.

A tutte le donne, oggi 9 marzo 2013, la mia tenera carezza.

banzai43

a_caneinviaggio


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.