Archive for the ‘Pensiero del giorno’ Category

autoreferenzialità / narcisismo

24/02/2017

duevolti

.

Fingi di credere che il mondo giri attorno al sole; ma in fondo in fondo sei persuaso che gira intorno a te.

M. Zamacois 

dall’Almanach des lettres francaise

Annunci

della nostra oscurità

13/01/2017

luna e nuvole

.

“Narrando nuestra oscuridad se ve, claramente, la vida”

Raccontando la nostra oscurità si vede, chiaramente, la vita”

Juan Gelman

della crudeltà

24/11/2016

demonio

Una diceria crudele corre su ruote, che,

mentre corrono,

sono oliate da tutti.

Ouida, Moths

della Fede

11/11/2016

dio-1

.

Quello che gli uomini domandano di solito a Dio quando pregano è che due e due non facciano quattro.

Anonimo

.

dio-2

Io non ho fede nella Fede … Signore, io manco di fede … Aiutami nella mia mancanza di
fede.

Edward Morgan Foster

del possesso (in solitudine)

30/10/2016

Non si gode a possedere qualche cosa senza compagnia.

Erasmo da Rotterdam
.

cimg1718
.

 

della libertà maggiore

28/10/2016

Maggiore libertà genera il desiderio d’una libertà ancora maggiore; la fame s’accresce di più con le provviste.

DRYDEN, The Hind and the Panther
.
.

cimg2505


di Pindaro e della concezione dell’esistenza

19/10/2016

pindaro

Se il nostro destino è comunque morire, che senso ha aspirare solo a smaltire nell’ombra una vecchiaia anonima, senza un po’ di splendore?

Pindaro
Cinocefale (presso Tebe) 518 a.C – Argo 438 a.C.

degli uomini degni

03/10/2016

india

Gli uomini, degni di rimanere tali, se li sfugge la prosperità, non si abbandonano a se stessi; e sanno, un giorno o l’altro, trionfare sul destino avverso.

Stéphane Mallarmé

RACCONTI INDIANI
" Nala e Damayanti"

del successo e del fallimento

29/08/2016

Non so quale sia la chiave del successo, ma la chiave del fallimento è il cercare di piacere a tutti.

Bill Cosby

televisione

Figli e genitori

23/01/2016

….. Ovviamente, i genitori, ai quali non era stato possibile nascondere tutta la verità, erano storditi e stravolti per genitori e figliquanto accaduto al figlio, che mai avrebbero immaginato capace di macchiarsi di un furto sul posto di lavoro, con l’educazione e l’esempio che pensavano di avergli dato. Ma tant’è, per quanto i genitori s’impegnino, bisogna anche avere la fortuna che un giovane non faccia incontri che in quattro e quattr’otto mandino a gambe all’aria tutti i buoni principi che gli sono stati inculcati. Soprattutto poi se uno, o una, si innamora della persona sbagliata … qui non ci sono educazione e principi che tengano: la storia e la cronaca sono piene di uomini, e donne spostati violentemente dalla cosiddetta retta via dalla forza di un amore malato, che li priva completamente del lume della ragione.

da Arrigoni e la bella del Chiaravalle, romanzo di Dario Crapanzano. Mondadori Editore