Archive for 18 gennaio 2020

Nascondersi dietro un dito

18/01/2020

Sin da giovane (ancor prima di avere diritto al voto) mi sentii e fui moderatamente di sinistra. E lo sono ancora ora, superati i 76 anni.

I politici italiani di cui ho letto o che ricordo con stima sono pochi, fondamentalmente 3+1: Luigi Einaudi, Ferruccio Parri, Alcide de Gasperi e Bettino Craxi. Si anche quest’ultimo, che non amai, ma al quale riconobbi e ancora lo faccio, la capacità di rappresentare l’Italia come partner di molti e mai vassalla di alcuno.

Ciò detto posso anche tranquillamente affermare di non subire il fascino della Lega e, ancor meno, quello di Matteo Salvini (il “capitano”), della sua retorica, dei suoi travestimenti, della sua richiesta di pieni poteri.

Ma …, con questa Nota intendo difendere Salvini, ex Ministro (degli Interni) nel primo Governo Conte.

Salvini corre il rischio di un processo parlamentare con diversi capi d’accusa sui quali, pur potendolo fare, non intendo discettare.

Ciò di cui, invece, intendo parlare è l’inconcepibile messa in “stato d’accusa” di Salvini, come se le decisioni da lui prese al riguardo della nave Gregoretti, fossero decisioni prese da un privato in totale isolamento e non da un Ministro che agiva a termini di legge, nell’ambito delle proprie mansioni e con la copertura di una responsabilità collegiale del Governo, tale perché la politica verso e contro l’immigrazione fu ed è “politica governativa”. Altre considerazioni sono sfarinamento politico-concettuale. Un processo è necessario? Si processi, allora, l’intero Governo Conte 1, non il solo Salvini per azioni disposte quand’era nella posizione di Ministro degli interni.

E’ una questione di dignità personale e governativa. Se non si crede in Salvini lo si combatta apertamente e per quanto riguarda il passato non ci si nasconda dietro un dito. “Io non c’ero”, “non ricordo”, non avevo capito” sono scuse incapaci di assolvere chi le utilizza. E ritirandosi nell’ombra, i politici in fuga fanno apparire Salvini, purtroppo, come un astro ricco di luce, ma che tale a mio giudizio non è.

.

 

 

 

banzai43