dall’Italia del “Dolce stil novo”: Lapo Gianni

Questa rosa novella

Questa rosa novella
che fa piacer sua gaia giovanezza,
mostra che gentilezza,
Amor, sia nata per vertù di quella.
S’ i’ fossi sufficiente
di raccontar sua maraviglia nova,
diria come natura l’ha adornata;
ma io non son possente
di saper allegar verace prova:
dillo tu, Amor, che serà me’ laudata.
Ben dico una fiata
levando gli occhi per mirarla fiso,
presemi ‘l dolce riso
e li occhi suoi lucenti come stella.
Allora bassai li mei
per lo tuo raggio che mi giunse al core
entro in quel punto ch’io la riguardai.
Tu dicesti: «costei
mi piace signoreggi ‘l tuo valore
e servo a la tua vita le sarai».
Ond’io ringrazio assai,
dolce signor, la tua somma grandezza,
ch’i’ vivo in allegrezza
pensando a cui mia alma hai fatt’ancella.
Ballata giovincella,
dirai a quella ch’ha la bionda trezza,
ch’Amor, per la sua altezza,
m’ha comandato i’ sia servente d’ella.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: