dall’Austria: Hugo von Hofmannsthal

Canzone di viaggio

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Le acque precipitano, per ingoiarci,

Crollano i sassi per ammazzarci,

Calano già, con ali robuste,

Su noi uccelli di rapina.

Ma a valle si stende un paese

Che nei laghi senza età

Specchia frutti senza fine.

Fronti di marmo e bordi di fontane

Emergono da campi fioriti,

E soffiano i venti leggeri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: