della gelosia

Cari amici buondì,
   dopo una breve vacanza durata assai più del previsto, in compagnia di qualche buon libro (e della moglie, naturalmente), rieccomi a Milano.
Dalle letture più recenti eccovi una interessante definizione della gelosia, quel mostro che s’annida in molti di noi e, quando non controllato, può condurre ad immani tragedie.
Buona domenica a tutti.

banzai43

indovina

“La gelosia è la prigione più avvilente che ci sia al mondo. Perché è una prigione nella quale l’individuo si rinchiude da solo. Non ci viene spinto a forza da qualcuno. Ci entra di sua spontanea volontà, chiude la porta a chiave dall’interno e getta la chiave dalla finestra, al di là delle sbarre. E nessuno sa che lui è incarcerato lì dentro. Naturalmente se volesse potrebbe andarsene. Perché quelle sbarre di ferro si trovano nel suo cuore. Ma non riesce a farlo. Il suo cuore è diventato duro come un muro di pietra. Questa è la natura della gelosia.”

MURAKAMI HARUKI

da “L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: