Archive for marzo 2012

del male, della notte, della cattiveria

16/03/2012

La notte non è se non la notte del mondo; il male è la notte dell’anima.

V. HUGO, W. Shakespeare

Perché mai gli empi vivono, invecchiano e crescono persino in potenza?

Bibbia, Giobbe

La prosperità del malvagio pesa sul galantuomo.

A. DE LA TOUR CHAMBLY, Charactères

Annunci

Sul muro grafito

14/03/2012

…..Sul muro grafito

…..che adombra i sedili rari

…..l’arco del cielo appare

…..finito

Chi si ricorda più del fuoco ch’arse

impetuoso

nelle vene del mondo; -in un riposo

freddo le forme, opache, sono sparse.

…..Rivedrò domani le banchine

…..e la muraglia e l’usata strada.

…..Nel futuro che s’apre le mattine

…..sono ancorate come barche in rada.

::::::............EUGENIO MONTALE

dello scrivere; dell’aggettivo e del sostantivo

13/03/2012

L’aggettivo deve essere l’amante del sostantivo e non già la moglie legittima. Tra parole ci vogliono legami passeggeri e non matrimoni eterni. Da ciò si capisce se uno scrittore è originale.

A. DAUDET, NOTES SUR LA VIE

della giustizia

12/03/2012

.

Una qualità essenziale della giustizia che dobbiamo agli altri, è di farla prontamente e senza differimenti: farla aspettare è ingiustizia.

.
LA BRUYERE, LES CHARACTERES

(scultura: collezione banzai43)

Mi batteva il cuore; …

11/03/2012

Mi batteva il cuore; svelto, a cavallo!

 

.

Mi batteva il cuore; svelto, a cavallo!

E via! Con l’impeto dell’eroe in battaglia.

La sera cullava già la terra,

e sui monti si posava la notte;

se ne stava vestita di nebbia la quercia,

gigantesca guardiana, là

dove la tenebre dai cespugli

con cento occhi neri guardava.

 

Da un cumulo di nubi la luna

sbucava assonnata tra le nebbie;

i venti agitavano le ali sommesse,

sibilavano orridi al mio orecchio;

la notte generava migliaia di mostri,

ma io mille volte più coraggio avevo;

il mio spirito era un fuoco ardente,

il mio cuore intero una brace.

 

Ti vidi, e una mite gioia

passò dal tuo dolce sguardo su di me;

fu tutto per te il mio cuore

fu tuo ogni mio respiro.

Una rosea primavera

colorava l’adorabile volto,

e tenerezza per me, o numi,

m’attendevo, ma meriti non avevo.

 

L’addio, invece, mesto e penoso.

Dai tuoi occhi parlava il cuore;

nei tuoi baci quanto amore,

oh che delizia, e che dolore!

Partisti, e io restai, guardando a terra,

guardando te che andavi, con umido sguardo;

eppure, che gioia essere amati,

e amare, o numi, che gioia!

JOHANN WOLFGANG GOETHE

della società

10/03/2012

.

Una folla non fa compagnia, e i visi non sono che una galleria di quadri.

BACON, ESSAYS

Grecia: insegnamenti dal passato

09/03/2012

.

La libertà sta nell’essere padrone della propria vita, nel non dipendere da nessuno in ogni occasione, nel subordinare la vita soltanto alla propria volontà, nel far poco conto delle ricchezze.

PLATONE, Opere, XIII

8 marzo, donne

07/03/2012

A Voi tutte, amabili amiche:

compagne, mogli, madri, sorelle,

lavoratrici casalinghe o altrove impegnate

a Voi tutte 

il mio saluto più affettuoso.

BUON 8 MARZO

.

banzai43

.

dell’amore

07/03/2012

..

Bisogna far sì che chi ama non si senta mai sicuro nel suo amore
per mancanza di rivali: senza sospetti e gelosie l’amore non dura a lungo.

OVIDIO

del vivere la vita

05/03/2012

.

La vita è una malattia fatale, e straordinariamente contagiosa.

O. W. HOLMES

Vivere a lungo è desiderio  quasi di tutti, ma vivere bene è l’ambizione di pochi.

J. HUGHES

Vivono soltanto coloro che lottano.

V.HUGO

.